25 Ore di Magione, debutto europeo in pista per la Citroën C-Zero l’elettrica da record

0

La Citroën C-Zero è scesa in pista nella  25 Ore di Magione – Energy Saving Race (nella foto con l’equipaggio al completo: formato da Marina Terpolilli, Massimo Quarta e Marcello Attolino) ed è stato subito record. Al debutto assoluto in Europa, e per giunta in una gara titolata CSAI, la piccola elettrica della Casa del “double chevron” ha collezionato una serie di record: prima vettura elettrica con batteria agli ioni di litio “di serie” a scendere in pista, record di autonomia. Con una classifica a parte la Citroën C-Zero si è imposta vittoriosamente dopo 25 ore di gara nell’Electric Trophy, nella particolare classifica riservata alle auto elettriche. Portata in gara per un test molto speciale dal team EcoCar, la prima rivista in Europa specializzata in vetture ecologiche, la C-Zero della Citroën Italia è riuscita a percorrere nelle 25 ore di gara, resa ancora più dura e difficile da una pioggia battente durante la notte, ben 426  chilometri (170 giri) con meno di tre ricariche complete. L’affidabilità della vettura è stata confermata appieno, come l’autonomia dichiarata, verificata sul campo durante la corsa (con una media di oltre 140 km a carica). La prova ha confermato l’efficienza della batteria che ha permesso alla C-Zero di percorrere esattamente i chilometri previsti dallo strumento preposto. Il test ha permesso al team che portava anche i colori del Sole 24 Ore, capitanato da Marina Terpolilli, di verificare in pista, in tutta sicurezza i dispositivi che indicano le varie fasi che portano alla fine all’esaurimento della batteria. La prova in pista è stata molto più severa di un test su strada perché in una gara di questo tipo non si frena mai e dunque non si può sfruttare la ricarica parziale che si ottiene in rilascio o in frenata, e dunque paradossalmente si dovrebbe consumare più energia. Il record di chilometri percorsi con una sola carica è stato raggiunto di notte (con le luci anabbaglianti accese, assieme al tergicristallo a causa della pioggia): quasi 160 km in circa 3 ore, con una media di circa 50 km/h). Giunta alla quinta edizione, la 25 Ore di Magione – Energy Saving Race, una gara di consumi massacrante per vetture e piloti, che vede vincitore il team che con la propria auto di serie, percorre più chilometri possibile, nel minor tempo e soprattutto consumando meno carburante di tutti, per quanto riguarda le automobili con motore a combustione interna, ha visto prevalere anche quest’anno il team ACI-Mondadori che ha piazzato le Peugeot 308 SW e la sportiva RCZ ai primi due posti, seguite da ben quattro Citroën, le due DS3 del team Pieralisi, la DS3 del team Elaborare e la nuova C4 del team Pascucci di Foligno. Settima assoluta la Kia Venga di Linea Motori Tv.  Tuttavia se l’elettrica è risultata totalmente ecologica, per non aver bruciato neppore una goccia di carburante, pure il risultato della vincitrice assoluta ha dimostrato che è possibile contenere i consumi: la Peugeot 308 Sw turbodiesel, ad esempio, ha percorso di media 4,73 l/100 km, pari a 21,16 km/litro.

Citroën C-Zero vince per i consumi ridotti

170 giri con meno di tre cariche record per l'auto elettrica Citroën C-Zero

Condividi.

Circa Autore

Lascia una Risposta


× sei = 24