Toyota e Hino: un bus a idrogeno all’aeroporto Haneda di Tokyo

0

Un autobus chiamato futuro. Si potrebbe battezzare così, con il titolo di un famoso film con Marlon Brando, il progetto che unirà Toyota Motor Corporation (TMC) e il gruppo Hino Motors, Ltd. (Hino) al fine di realizzare un autobus ibrido a celle combustibili da inserire sulla linea commerciale che opera tra il centro di Tokyo e l’Aeroporto Internazionale di Tokyo (Haneda Airport), gestita dalla società Airport Transport Service Co., Ltd. (“Airport Transport Service”). L’idea di tale fornitura nasce come risposta a una richiesta da parte della Research Association of Hydrogen Supply/Utilization Technology (HySUT), facente parte dell’Hydrogen Highway Project. L’Hydrogen Highway Project è parte del Programma Dimostrativo per la Creazione di un Sistema Sociale basato sull’Idrogeno promosso dal Ministero Giapponese dell’Economia, del Commercio e dell’Industria (METI). TMC e Hino si impegneranno nella modifica dell’FCHV-BUS, il bus ibrido a celle combustibili che i due gruppi hanno sviluppato congiuntamente, adattandolo alle necessità della linea aeroportuale, cedendolo in leasing alla HYSUT, con quest’ultima che garantirà l’utilizzo del mezzo all’Airport Transport Service. A partire dal 16 Dicembre, l’autobus effettuerà un percorso di andata e ritorno al giorno sulla linea che collega l’Uscita Ovest della Stazione Shinjuku all’Haneda Airport e uno sulla linea tra il Tokyo City Air Terminal e l’Haneda Airport. Il rifornimento di idrogeno verrà effettuato presso la Tokyo Suginami Hydrogen Station nel centro di Tokyo e presso la Haneda Hydrogen Station di Haneda: entrambi gli impianti inizieranno ad essere operativi da oggi. TMC e Hino hanno pianificato un’analisi delle informazioni derivanti dal funzionamento dell’autobus, nell’ottica di una futura applicazione pratica degli autobus ibridi a celle combustibili, in modo da progredire ulteriormente nello sviluppo e nella ricerca su questa tipologia di mezzi. L‘autobus è equipaggiato con un sistema ibrido costituito da un motore elettrico azionato da batterie e celle a combustibile, alimentate da idrogeno gassoso ad alta pressione. Durante il funzionamento, il veicolo non produce alcuna emissione di biossido di carbonio, uno dei principali responsabili del surriscaldamento globale, né di altri agenti inquinanti atmosferici, come ad esempio l’ossido di azoto: si tratta quindi di un mezzo altamente efficiente e silenzioso.

Condividi.

Circa Autore

Lascia una Risposta


quattro − = 0