ecocar_ in movimento

BMW progetta la mobilità futura insieme a 27 partner

1

Da sempre attenta alla mobilità sostenibile BMW ha avviato, assieme al altri 27 partner dell’industria automobilistica – che vanno da aziende di elettronica, di telecomunicazioni e di software ad istituti di ricerca fino alle autorità preposte alla viabilità ed ai trasporti - l’iniziativa di ricerca tedesca conosciuta come Aktiv. I partecipanti all’iniziativa hanno elaborato 15 sub-progetti per sviluppare nuovi sistemi di assistenza alla guida, nonché soluzioni per una gestione efficiente del traffico e per comunicazioni Car2x appropriate. Con il progetto Active Safety, gli esperti della BMW Forschung und Technik GmbH hanno dato un contributo al miglioramento della sicurezza del traffico stradale. Inoltre, specialisti del BMW Group hanno portato al progetto Traffic Management le loro conoscenze per quanto riguarda il flusso scorrevole del traffico e sviluppato innovative funzioni di navigazione. Nell’ambito del progetto, gli specialisti della BMW Forschung und Technik GmbH hanno sviluppato un sistema di assistenza chiamato Active Hazard Braking (Frenata attiva in condizioni di pericolo) che non si limita a ridurre le conseguenze di una collisione ma mira ad eliminare del tutto i tamponamenti. Per fare ciò, scanner a laser montati sul veicolo monitorizzano la situazione della strada davanti e ai lati del veicolo, mentre sensori radar sorvegliano l’area dietro il veicolo. Un altro argomento importante per la sussidiaria di ricerca del BMW Group è rappresentato dalle comunicazioni Car2x, il nome dato allo scambio di dati tra due veicoli o tra un veicolo e le infrastrutture preposte al traffico. Il centro dell’attenzione qui va al di là delle vetture e, nell’ambito della strategia ConnectedRide di BMW Motorrad, fa sì che anche le moto rientrino nella rete di comunicazioni. Altri sub-progetti nell’ambito del progetto Active Safety comprendevano lo sviluppo di “Integrated Lateral Assistance” (Assistenza laterale integrata), “Pedestrian and Cyclist Safety” (Sicurezza dei pedoni e dei ciclisti), nonché il progetto crossover “Driver Awareness and Safety” (Consapevolezza e sicurezza del guidatore).

Condividi.

Circa Autore

1 commento

  1. Pingback: BMW progetta la mobilità futura insieme a 27 partner « Ecocar Online

Lascia una Risposta


× quattro = 20