Inaugurato in USA nuovo stabilimento per la Nissan LEAF

1

stabilimento-nissan-leaf-nel-tenessee-usa

Gli Stati Uniti puntano sempre di più sul trasporto ecosostenibile per un futuro a emissioni zero, sia in base alle nuove direttive dell’amministrazione Obama e sia per mantenere gli impegni di Kyoto, oltre che per scongiurare eventi tragici come quello che sta succedendo in fondo all’Oceano Atlantico. Nissan ha così varato ufficialmente il progetto che darà avvio alla produzione di Nissan LEAF negli Usa. La cerimonia d’inaugurazione segna l’inizio dei lavori per la costruzione di un nuovo impianto a Smyrna (Tennessee), dove verranno realizzate le batterie agli ioni di litio necessarie ad alimentare il veicolo a emissioni zero Nissan LEAF. Nissan LEAF, la prima auto interamente elettrica, entrerà in produzione sulla catena di montaggio Nissan di Smyrna all’inizio del 2012. La produzione di Nissan LEAF e delle relative batterie porterà alla creazione di circa 1.300 posti di lavoro quando gli impianti funzioneranno a pieno regime. Lo stabilimento dedicato alle batterie, uno dei più grandi di tutto il Nord America con i suoi oltre 120.000 metri quadrati di superficie totale, arriverà a produrre 200.000 batterie ad altissima tecnologia all’anno e sarà situato vicino all’impianto di assemblaggio del veicolo che, dopo essere stato riconvertito per attivare la produzione di Nissan LEAF, sarà in grado di fornire ogni anno 150.000 auto elettriche. “Per Nissan, promuovere una mobilità sostenibile e alla portata di tutti è un impegno imprescindibile. Il nostro obiettivo è trasformare radicalmente l’esperienza di guida dei consumatori e questa giornata segna un passo importante verso la creazione di un’economia ecosostenibile negli Stati Uniti”, afferma Carlos Ghosn, presidente e CEO di Nissan Motor Co., Ltd. “La produzione di Nissan LEAF e delle batterie agli ioni di litio a Smyrna avvicina sempre di più gli Stati Uniti alla meta finale: indipendenza energetica, creazione di green jobs e progresso del settore manifatturiero americano. Nissan è un leader globale nel campo dell’innovazione delle tecniche produttive e questo impianto all’avanguardia non farà che consolidare il nostro primato”. Insieme, la realizzazione dell’impianto per le batterie e la riorganizzazione della catena di montaggio di Smyrna per consentire la produzione di Nissan LEAF rappresentano un investimento di circa 1,7 miliardi di dollari, favorito da un prestito iniziale del Dipartimento dell’Energia USA pari all’80% della cifra, cioè fino a 1,4 miliardi di dollari. Il prestito è stato concesso nell’ambito dell’Advanced Technology Vehicles Manufacturing Loan Program, un programma da 25 miliardi di dollari autorizzato dal Congresso come parte dell’Energy Independence and Security Act, approvato nel 2007. Lo scopo dell’iniziativa è quello di accelerare lo sviluppo di veicoli e tecnologie in grado di incrementare l’indipendenza energetica degli Stati Uniti, creare mezzi di trasporto più puliti e stimolare l’economia americana. Dal 20 aprile 2010, data di apertura delle prenotazioni, a oggi sono circa 13.000 i consumatori statunitensi che hanno già ordinato la loro Nissan LEAF. La procedura di prenotazione, accessibile al grande pubblico tramite il sito nissanusa.com, è il primo passo per assicurarsi un posto nella lista d’attesa e poter acquistare o noleggiare una Nissan LEAF. il primo EV della Casa farà il suo debutto a dicembre su alcuni mercati selezionati di Stati Uniti, Giappone ed Europa e la disponibilità sarà ulteriormente incrementata nella primavera del 2011 per poi raggiungere una distribuzione capillare nel 2012. In un primo momento, l’auto sarà prodotta a Oppama (Giappone), mentre le apposite batterie agli ioni di litio proverranno dallo stabilimento di Zama (Giappone). L’Alleanza Renault-Nissan, inoltre, produrrà batterie agli ioni di litio anche a Cacia (Portogallo) e Sunderland (Regno Unito), oltre che presso l’impianto Renault di Flins (Francia). In Nord America, Nissan svolge attività di design e progettazione automobilistica, finanziamento a privati e aziende, vendite e marketing, distribuzione e produzione. Nissan ha assunto un preciso impegno ambientale nell’ambito del programma Nissan Green Program 2010, i cui obiettivi chiave sono la riduzione delle emissioni di CO2, l’abbattimento di altri inquinanti e il riciclaggio dei materiali.

www.nissanusa.com

nissan-leaf-elettrica-ok1

Condividi.

Circa Autore