Citroën C3 sempre più verde, con motori fino a solo 99 g/km di CO2

0

800-09094005Best seller del marchio francese, la C3 ha già venduto oltre 2 milioni di esemplari dal lancio, risultando la prima tra le Citroën a raggiungere questo brillante risultato, e ora si presenta con la seconda generazione, diversa sul piano stilistico, avanzata tecnologicamente e con nuove motorizzazioni ecologiche. La commercializzazione partirà dalla fine di novembre

In Italia arriverà con quattro motorizzazioni benzina: 1.1 da 61 Cv, 1.4 da 75 Cv, 1.4 VTi da 95 Cv e 1.6 VTi da 120 Cv; e tre diesel: 1.4 HDi da 70 Cv, 1.6 HDi da 90 Cv e 1.6 HDi da 110 CV con il filtro antiparticolato FAP. A queste si aggiunge la versione diesel “99” con il FAP che pur utilizzando il 1.6 HDi 90 Cv emette, appunto, solo 99 g/km di CO2. Con la doppia alimentazione benzina/GPL , fin dal lancio c’è la 1.4 Bi Energy da 75 Cv. Da marzo prossimo, inoltre, si aggiungerà alla gamma anche una versione 1.1 Bi Energy benzina/GPL da 60 Cv.

Per la nuova C3, nel 2011, arriveranno gruppi motopropulsori con sistema Stop & Start di seconda generazione che, associati a cambi pilotati a 5 e 6 rapporti permetteranno di proporre versioni diesel a 95 e 90 g/km di CO2, poi, nel 2012 l’offerta si arricchirà di un’inedita famiglia di propulsori da 1.0 litro 3 cilindri benzina con emissioni sotto ai 100 g/km di CO2.

La C3 è inoltre il modello che porterà per primo sul cofano il nuovo logo il “double Chevron” ristilizzato, e soprattutto veicolerà soluzioni innovative nel mondo dell’auto media come il parabrezza panoramico Zenith, realizzato in collaborazione con la Saint Gobain, e definito dalla Casa Visiodrive.

Sarà presente sul 50% delle auto che venderemo in Italia” ha affermato Jean Philippe Imparato, direttore Generale di Citroën Italia “è di serie sulle versioni di secondo livello della C3, con l’allestimento base si può avere per 400 euro”.

Il Visiodrive, cambia radicalmente il modo di vivere l’automobile, che si trasforma un po’ in cabriolet, senza dover subire la forza del vento. La visibilità è incredibile: l’angolo della visuale passa dai 28 ai 108 gradi, con un incremento della luminosità all’interno dell’abitacolo che esalta il piacere conviviale dello stare a bordo. Per un migliore comfort la parte superiore del parabrezza è oscurata per 25 cm con una colorazione degradante e progressiva. La luce arriva in modo discreto e se il sole dovesse diventare accecante, ecco pronto un pannello oscurante scorrevole che comprende i le due alette parasole.

Non è però questa la soluzione da Nobel, piuttosto lo è il notevole l’impegno dei tecnici nello sgravare la nuova C3 dai 60 agli 80 kg, secondo le versioni. Un bel risultato ricordando che soltanto con un “dimagrimento” di 100 kg si ottengono ben 5 grammi in meno di CO2 allo scarico. Altro fattore molto importante è legato al rinnovato accattivante design, e dunque all’evoluzione dell’aerodinamica, che contribuisce a diminuire consumi ed emissioni.

La nuova C3, poi, non ha ceduto all’inutile tendenza che vede le auto di segmento B adottare dimensioni esterne sempre più esuberanti. La scelta in Casa Citroën è stata quella di restare sotto i quattro metri, 3,94 metri per l’esattezza, una lunghezza consente alla C3 di avere una maggiore agilità, senza per altro nulla togliere al comfort dell’abitacolo che invece può ospitare fino a cinque persone.

La lista degli accessori è cortissima, segno evidente della buona dotazione di serie, tuttavia su tutte manca l’ESP, optional da 250 euro: “è stata una scelta commerciale –ha ribadito Imparato- abbiamo voluto lasciare al cliente la scelta, molti non lo vogliono”.

I clienti invece desiderano le versioni bi-fuel. “Contiamo di raggiungere il 45% delle vendite con le versioni GPL – ha affermato Imparato – mentre le diesel si posizioneranno al 35% e le benzina al 20%”. I prezzi della Nuova Citroen C3 spaziano, incentivi esclusi, dai 12.000 euro della 1.1 da 61 Cv ai 18.450 della 1.6 HDI Fap in allestimento Exclusive. “Entro il 2012 vogliamo conquistare il 10% delle vendite nel segmento B e raggiungere già il prossimo anno le 50.000 immatricolazioni di questo modello che, se verranno confermati gli incentivi, sarà offerto in tre versioni con un prezzo inferiore ai 10.000 euro”.

Condividi.

Circa Autore

Lascia una Risposta


nove × = 27